Archivio mensile:Agosto 2009

Il Festival dell’inedito va in scena a Marina Romea

Cacofest 09: il Festival dell’inedito va in scena a Marina Romea

Il 12 e 13 settembre 2009 al Boca Barranca, organizzato dal Cacofonico
In programma concerti, proiezioni, mostre, spettacoli teatrali e di cabaret, performance di danza, reading e presentazione di racconti con oltre 30 artisti coinvolti

Il 12 e il 13 settembre il Cacofonico, free-press romagnolo da anni promotore di originali eventi, sul finire di questa estate 2009 organizza il primo “Cacofest – Festival Cacofonico dell’inedito”. Appuntamento al Boca Barranca di Marina Romea.Il Cacofest è un’opportunità unica nel suo genere per incontrare, nel corso di due intense giornate, le più interessanti proposte inedite del mondo delle arti, della cultura e della creatività.
Saranno più di trenta gli artisti che vi parteciperanno tra scrittori, musicisti, attori, scultori, pittori, stilisti e cuochi creativi che presenteranno in anteprima al pubblico del festival le loro opere inedite.

Il Cacofest propone un programma ricco che prevede concerti, proiezioni di cortometraggi, mostre di arte e moda, spettacoli teatrali e di cabaret, performance di danza, reading e presentazione di racconti, il tutto coordinato dal presentatore Daniele Tigli.
Per stimolare e coinvolgere direttamente anche il pubblico, in spiaggia ci saranno un workshop di danza e uno di teatro incentrato sulle tecniche vocali, e un appuntamento con l’arte interattiva.


Il programma nel dettaglio

Sabato 12 settembre: ore 10 colazione creativa a cura di Gabriele Berto e workshop di danza con Valentina Caggio; ore 11.30 concerto dimostrazione suoni Apple a cura di Kronos; ore 14 proiezione di cortometraggi; dalle 15 alle 17 performance di arte interattiva con Mary; ore 17 spettacolo di cabaret con Arcangelo; ore 18 e 19 spettacoli teatrali de Il teatro delle forchette e dell’associazione culturale T.I.L.T.; ore 19.30 reading di Stefano Bon accompagnato dagli Schonwald; ore 20.30 reading di Valentina Versari e a a seguire Performance di danza della Compagnia Iris. Chiude la prima giornata di Festival, ore 22, il Bocaco Party con il Dj Dario Piana.
Domenica 13 settembre: ore 10 colazione creativa a cura di Gabriele Berto e workshop di tecniche vocali con Il Teatro delle forchette; ore 15 proiezione di cortometraggi; dalle ore 15 alle 17 performance di Street Art con Kry e Ago; ore 16 concerto dei Double x; ore 17 reading di Gerry di Maria; ore 18 dj set di: Max Ferraresi e Siro; ore 19.30 settacolo musicale con Caffè Toubab; ore 21.00 concerto dei I Dot; ore 22.30 spettacolo teatrale di Elisa Turco Liveri e Ilaria Gelmi.

Inoltre, nel corso della due giorni del Cacofest il Boca Barranca ospiterà diverse esposizioni permanenti: Galleria d’arte sulla sabbia, La Moda di Valentina Mancini, Mostra e illustrazioni di luce, Bookshop inediti.

Il Cacofest è realizzato con il patrocinio della Provincia e del Comune di Ravenna e grazie al contributo di: Bcc ravennate e imolese, Kronos – comunicare digitale, Osteria Le Ombre e P.Auto concessionaria.

Il 27-28-29 novembre a Faenza è previsto il secondo appuntamento con il Cacofest che sarà ospite del MEI – meeting degli indipendenti, per presentare in pillole una selezione degli inediti del festival.

Per maggiori informazioni sull’evento e sugli artisti presenti www.cacoweb.eu/cacofestweb

Consulta il nostro blog professionale sulla scuola dove troverai notizie si graduatorie scuola e graduatorie ad esaurimento .


Videocracy, il film di Erik Gandini fa paura

Videocracy, Documentario di Erik Gandini: La tv in Italia ha preso il posto della democrazia

Ci sono voluti trentanni di fanciulle scosciate e giovanotti palestrati, di casa­linghe disperate e quiz miliona­ri, di reality irreali, di gossip e volgarità eretti a sistema. Un la­voro lungo e paziente, che alla fine però ha fatto centro: la tv in Italia ha preso il posto della democrazia. E la tesi di Video­cracy , il documentario che pro­mette di rendere davvero spe­ciale l’evento programmato per il 3 settembre al Lido dalle due sezioni autonome della Mostra del Cinema, la Settimana Internazionale della Critica (SCI) e le Giornate degli Autori, che han­no scelto di concerto il film, ri­fiutato dalle sezioni ufficiali. Ot­tanta minuti di reportage spie­tato sull’Italia berlusconiana, le sue mutazioni antropologiche e culturali, firmati da Erik Gan­dini, regista quarantenne origi­nario di Bergamo ma traslocato a 18 anni in Svezia.

«In una videocrazia la chiave del potere è l’immagine – sostie­ne il cineasta – . In Italia solo un uomo ha dominato le immagi­ni per tre decenni. Prima ma­gnate della tv, poi Presidente, Silvio Berlusconi ha creato un binomio perfetto, caratterizza­to da politica e intrattenimento televisivo, influenzando come nessun altro il contenuto della tv commerciale nel Paese. I suoi canali televisivi, noti per l’eccessiva esposizione di ragaz­ze seminude, sono considerati da molti uno specchio dei suoi gusti e della sua personalità».


I recenti fatti di cronaca a lu­ci rosse confermano. In ogni ca­so Videocracy (prodotto dalla svedese Atmo con la danese Zentropa e poi distribuito dalla Fandango) non passerà inden­ne sugli schermi del Festival ve­neziano. «E un film destinato a far discutere», assicura France­sco Di Pace, direttore della SCI, ben contento di essersi assicurato, in sintonia con il Festival di Toronto che lo proietterà do­po l’anteprima mondiale vene­ziana, la patata bollente che nessuno voleva. «Era stato pro­posto prima a Orizzonti, una delle sezioni ufficiali della Mo­stra, ma è stato scartato da Mar­co Müller e i suoi selezionatori – racconta Di Pace – . Così l’ab­biamo acchiappato noi.
Comun­que la sia pensi è un film che andava mostrato. Perché de­nuncia il potere che la tv ha sul­la nostra società e sulla nostra cultura. Quel che produce nella gente, come ne condiziona i comportamenti». Un panora­ma inedito, per molti inspiegabi­le, che Gandini os­serva con lo sguar­do lontano ma partecipe dell’ ita­liano all’estero. «Non è un film su Berlusconi ma sul­lItalia berlusco­niana », ribadisce lui, già autore di un documentario su Guantanamo.

In Videocracy il punto di osser­vazione è un al­tro: il back stage di un Italia osses­sionata dall’esibi­zionismo sessua­le e senza più fre­ni morali. L’Italia dei Lele Mora, dei Briatore, Corona, Ventura. Che com­paiono in scena insieme con i re­duci dei Grandi Fratelli, le veline e i tronisti, la tribù Costa Sme­ralda, smaniosa solo di appari­re, pronta a tutto per riuscirci. La tesi sostenuta da Moretti ne I l Caimano : «Berlusconi ha già vinto, ci ha cambiato la testa trentanni fa».

Consulta il nostro blog sulla scuola, troverai notizie e dritte per gli insegnanti, gradutarie scuola, assunzioni.


Si svolge a Rimini il master per i futuri manager del turismo

Rimini – Il master per i futuri manager del turismo

Sono aperte le iscrizioni al Master New Hospitality Manager – Business&Culture organizzato da Itinera- Centro Internazionale di Studi Turistici.

Itinera, società leader nella formazione e nella ricerca turistica, propone per il terzo anno a Rimini, cuore del turismo italiano, un percorso formativo di eccellenza per chi desidera intraprendere una carriera stimolante e con ruoli di responsabilità nei diversi settori della filiera turistica.

Il Master New Hospitality Manager – Business & Culture, in partenza a gennaio 2010, mira a fornire una risposta concreta alla crescente richiesta da parte delle imprese turistiche di professionisti qualificati con un solido profilo culturale ed elevate competenze manageriali, attenti alle evoluzioni del mercato e con una forte sensibilità operativa nei confronti dei fattori che determinano la competitività dei prodotti turistici.

L’obiettivo del Master è di consentire agli allievi di sviluppare le conoscenze e le capacità già acquisite nel percorso universitario, trasferendo loro competenze specialistiche e favorendo le opportunità di contatto con le più importanti realtà aziendali del settore.

Il Master si articola lungo un percorso formativo full-time di dieci mesi, di cui cinque di attività di alta formazione d’aula, e cinque di stage in prestigiose aziende leader del settore che potrà essere svolto, a seconda degli interessi dei partecipanti, su tutto il territorio nazionale ed internazionale.


Il programma didattico è strutturato nelle seguenti aree tematiche: Basic Management, Hotel Management, Tour Operating & Retail Management, Meeting&Congress Management, New Business Management.

La qualità del Master è garantita dalla presenza di docenti, consulenti, manager e professionisti del settore che, con una collaudata metodologia didattica e un taglio prettamente operativo, assicurano un apprendimento approfondito e graduale della materia.

Grande spazio è riservato alle testimonianze di uomini d’azienda e professionisti, che insieme alle visite in azienda e alla partecipazione a fiere ed eventi del settore garantiscono un visione completa ed esaustiva delle dinamiche del settore turistico.

Il Master è a numero chiuso, per partecipare alle selezioni è necessario prenotarsi compilando il modulo di pre-iscrizione disponibile nella sezione “Iscrizioni online” del sito di Itinera www.itinera.rimini.it .

Sono previste borse di studio a copertura parziale e totale del costo di partecipazione.

Per ulteriori informazioni:
Tel. 0541 753.811
master@itinera.rimini.it

Consulta sul nostro blog dedicato alla scuola (scuolamagazine.it ) i nostri servizi dedicati alle graguatorie scolastiche.


La 3a edizione di Innovation Circus, evento milanese dedicato all’innovazione e alla tecnologia

Condividere il futuro. La 3a edizione di Innovation Circus

INNOVATION CIRCUS 2009
Dal 6 all’11 ottobre 2009 a Milano la terza edizione della kermesse dedicata all’ innovazione tecnologica. Due importanti novità (innovation talk e innovation cafè) e un sito completamente rinnovato.

Milano, 28 luglio 2009 – Innovation Circus, la kermesse dell’innovazione tecnologica, torna per la terza volta in pieno centro a Milano dal 6 all’11 ottobre 2009 con un obiettivo preciso: condividere il futuro.
L’iniziativa è promossa da Regione Lombardia, Provincia di Milano e Camera di Commercio di Milano in collaborazione con il Comune di Milano (Assessorato Ricerca, Innovazione, Capitale umano) e la Rete degli incubatori della città di Milano, mentre l’organizzazione è del centro di trasferimento tecnologico Alintec.
La manifestazione, rivolta a esperti, ricercatori, imprese, studenti, appassionati e cittadini comuni conferma e rinnova i suoi spazi: reali e virtuali.
La suggestiva location della Loggia dei Mercanti e di Palazzo Giureconsulti è stata infatti ricontestualizzata, per ospitare le due novità di questa edizione: Innovation cafè e Innovation talk, rispettivamente un ambiente di edutainment e delle lezioni sul futuro nel Teatro della Loggia. A completare l’obiettivo di comunicare e condividere l’innovazione, anche il sito www.innovationcircus.it è stato oggetto di uno stimolante upgrading grafico e di contenuto.


GLI SPAZI E I TEMI DELLE GIORNATE
Innovation cafè, presso la Loggia dei Mercanti, è un ambiente dove conoscere i progetti e i prototipi del mondo che cambia in modo piacevole e rilassato. Un’area di “relax attivo” dotata di postazioni pc e video consultabili liberamente per approfondire le tematiche trattate durante gli incontri.
L’appuntamento quotidiano con gli Innovation talk, in collaborazione con Nova-IlSole 24 Ore, offre a tutti lezioni sul futuro che hanno l’obiettivo di diffondere il senso dell’ innovazione scientifica e tecnologica come fattore culturale e sociale, come spazio di opportunità, come mondo di interessi e idee che valorizzano l’eccellenza tecnologica. Incontri a cui parteciperanno testimonial d’eccezione e che approfondiranno i 4 temi della 3a edizione di Innovation Circus: Energia e Sostenibilità Ambientale, Alimentazione e Salute, Information&Communication Technology, Arte e Design.
Sono invece rivolti ai professionisti e agli addetti ai lavori i convegni a Palazzo Giureconsulti, sempre focalizzati su innovazione e tecnologia. In particolare vengono tracciati gli scenari del futuro, viene affrontato il tema della brevettazione e si parla dell’eccellenza tecnologica delle aziende italiane.
A chiudere il quadro: iniziative culturali e di coinvolgimento, presentazioni di nuovi prodotti, spettacoli, happy hour e vj set.

IL SITO
www.innovationcircus.it è stato pensato come un portale 2.0 per favorire lo scambio di informazioni, idee e commenti prima, durante e dopo lo svolgimento dell’evento.
Una nuova veste grafica semplice e user friendly esprime la dinamicità di Innovation Circus e la spinta di questa edizione nella direzione del confronto e della condivisione.
L’home page permette l’immediato accesso alla community e al blog di Innovation Circus, luoghi virtuali ricchi di spunti e riflessioni. Non poteva mancare poi il link ai social network più usati, Facebook e Twitter.

Conosci il nostro network di blog dedicato al mondo dell’imprenditoria?