Università e precariato: Politecnico di Torino, precari in presidio il 15 ottobre

 

Università e precariato: Politecnico di Torino, precari in presidio il 15 ottobre

FLC Cgil Piemonte e Torino
Coordinamento precari università FLC Cgil Piemonte
Presidio 15 ottobre Politecnico di Torino
Precari della ricerca – Aprire la trattativa subito!
La situazione negli Atenei Italiani è in costante peggioramento: i rettori lungi dal combattere contro i provvedimenti governativi sui settori della conoscenza e in particolare contro l’università, scaricano sul personale e sugli studenti i tagli ai finanziamenti ministeriali delle Università.

Stanno compiendo l’ennesima “ristrutturazione” e come sempre i primi a pagarne le conseguenze sono i precari, che dopo quasi un decennio di precarietà rischiano di essere espulsi dalle università per scadenza contratto, senza avere avuto la possibilità di partecipare ad alcuna selezione. Se non si interviene rapidamente, da Politecnico e Università degli Studi di Torino saranno migliaia i ricercatori e i docenti precari ad essere espulsi, senza ammortizzatori sociali e con scarse possibilità di inserimento in un mercato del lavoro asfittico.


Anche didattica e ricerca saranno sicuramente pesantemente danneggiate dalla cancellazione di una intera generazione di ricercatori.

Per batterci contro questa grave ingiustizia, a livello nazionale e in ogni Ateneo, il Coordinamento nazionale dei Precari Università FLC Cgil ha presentato la piattaforma con la richiesta dell’apertura di un tavolo di trattativa per ottenere il reclutamento straordinario dei ricercatori.

A livello locale da ben oltre un anno la FLC Cgil e il nodo Torinese della Rete Nazionale dei Precari della ricerca sono mobilitati per l’apertura di una vera trattativa con il Politecnico, l’Università degli Studi di Torino e l’assessorato piemontese all’Università, ricerca e innovazione, così da avviare una ampia discussione in tema di precariato nella ricerca universitaria e trovare soluzioni condivise adeguate alla drammaticità della situazione.

Chi come i rettori ha responsabilità di governo delle Università non può sottrarsi ad un confronto sui temi del lavoro, in particolare di quelle migliaia di ricercatori precari ad alta professionalità che corrono il rischio reale di essere espulsi dagli atenei, senza nessuna garanzia economica e contrattuale Inoltre, sul versante regionale dall’assessore Bairati ci aspettiamo che finalmente attivi politiche che pongano fine alla crescita esponenziale della precarietà nella ricerca piemontese.

Il 15 ottobre 2009 il Senato accademico del Politecnico di Torino si riunirà ancora una volta ignorando le richieste della FLC Cgil e dei precari: facciamogli sentire forte la nostra voce!
I precari non hanno più tempo, né pazienza: tavolo di trattativa subito!

Invitiamo a partecipare gli studenti con le loro associazioni e collettivi, i precari della ricerca e tutti i lavoratori del Politecnico, docenti e tecnici/ amministrativi al

Presidio e pranzo “bellavita” (porta ciò che vorresti trovare in tavola)
giovedì 15 ottobre 2009 ore 13.00
Cortile principale del Politecnico di Torino
C.so Duca Abruzzi 24 Torino


Comments

comments