Archivio mensile:Giugno 2012

Università e formazione: le lingue saranno sempre più la killer application per trovare lavoro

Con la crisi nera che oggi attanaglia il mondo del lavoro è indispensabile, da parte di chi frequenta l’università oggi, acquisire competenze e valore aggiunto nella formazione. Come contraddistinguersi quando si affronterà il mondo del lavoro? Addirittura oggi anche per fare un master non pagato ci sono le file di laureati fuori. Specialmente per le aziende famose e che possono, con un passaggio all’interno, dare delle buone carte per poi presentarsi alle aziende di quel settore. Quindi questo spiega perchè molti studenti in estate vanno a seguire corsi per la preparazione IELTS .

Insomma quello che può fare la differenza nell’avventura post universitaria di uno studente sono proprio la conoscenza fluida di una lingua. Da qui si porrebbe la domanda: quale lingua? Studiare l’inglese o una lingua emergente come il cinese? Se vi state ponendo questa domanda siete fuori strada! Oggi la conoscenza fluida e avanzata della lingua inglese è proprio il minimo sindacale. Il vero valore aggiunto è la conoscenza, oltre all’inglese, dello spagnolo e magari del cinese, lingua del futuro.

Quindi è proprio il caso, in estate, quando i corsi universitari sono finiti, di frequentare un serio corso di lingua inglese magari proprio a Londra. Ci sono delle scuole di lingue che offrono dei pacchetti con soggiorni a casa di famiglie e magari un lavoretto da svolgere finito i corsi.

Il vantaggio di frequentare un corso all’estero è evidente: sarà una full immersion totale: a scuola, a casa, sul lavoro. E’ questo il modo migliore per apprendere al meglio una lingua straniera.