Archivio mensile:Aprile 2013

Il significato dei sogni

 

Se sommiamo le ore che nell’arco di tutta una vita dedichiamo al sonno, risulta che complessivamente trascorriamo quasi un terzo della nostra vita a dormire, circa 23 anni, di cui ben 4 sognando.
Dormire non è, come molti considerano oggi invece, tempo perso ma un processo, biologico e psicologico assieme, utile per il nostro benessere e per la salute, infatti tutti i mammiferi hanno bisogno di sognare e l’uomo si ammala o va incontro a gravi squilibri se non può dormire in modo soddisfacente e sognare con regolarità.
Il sonno è uno stato fisiologico della coscienza caratterizzato da una condizione di pressoché totale interruzione dei contatti sensoriali e motori che collegano l’organismo, e quindi il cervello, all’ambiente esterno.
L’addormentamento passa attraverso alcune fasi progressive, che si sono potute studiare attraverso lo studio del cervello :
lo Stadio 1, che occupa il 7% del tempo di sonno totale, è la fase dell’addormentamento e del sonno leggero in cui l’individuo può svegliarsi facilmente. In questo stadio vengono riferite fantasie simili a micro-sogni.
Lo Stadio 2, che dura il 50% del sonno dove il cervello è impegnato perlopiù in pensieri isolati e il loro ricordo è sparso e confuso
Negli Stadi 3 e 4, che ricoprono il 20% del sonno totale, si entra nel sonno profondo, interviene un forte calo del tono muscolare
Dopo questi stadi, e dopo circa 90 minuti dall’inizio dell’assopimento, il cervello addormentato ed inizia la fase in cui il cervello comincia a sognare.
Questo stadio viene anche chiamato fase REM, sigla da Rapid Eyes Movements, perché si caratterizza dalla presenza di rapidi movimenti degli occhi.
Questo stadio di sonno con sogni occupa il 23% del tempo complessivo del sonno.
In questa fase di sonno, nel quale il corpo è paralizzato, il nostro cervello è come cieco e sordo rispetto agli stimoli esterni e processa le informazioni che provengono dal suo interno, creando appunto i sogni e infatti, se si sveglia un soggetto durante una fase REM il ricordo del sogno sarà ricco e dettagliato.
http://smorfianapoletana.org/48-interpretazione-dei-sogni.html

Dove andare per migliorare l’inglese durante la pausa estiva

 

Tra non troppo tempo, più o meno un mese, quasi tutti i corsi universitari lasceranno spazio al periodo degli esami che poi si concluderà appena prima di Agosto, quando finalmente gli studenti universitari potranno godere della meritata pausa estiva, che però mai come in questo periodo può essere sfruttata per migliorare la propria cultura, ed in particolare la conoscenza della lingua inglese, diventata fondamentale per trovare lavoro una volta terminati gli studi.
Le mete estive tra le quali scegliere dove poter passare una vacanza studio ed affinare la propria conoscenza della lingua inglese, compresa la dizione ed anche la comprensione del parlato, sono sicuramente da ricercare tra quelle nelle quali la lingua inglese è quella ufficiale, o perlomeno quella che la popolazione utilizza in maniera maggiore.
Tralasciando quelle che sono le località britanniche, ovvero quelle madrelingua, rimangono alcuni luoghi che possono stuzzicare la fantasia degli studenti, dove magari si può passare una nottata di divertimento dopo una giornata dedicata allo studio, oppure dove potersi rilassare nelle ore di pausa sdraiati sotto il sole o facendo una nuotata rinfrescante.
In questa ottica molti studenti scelgono di seguire corsi di inglese a Malta, che grazie al suo posizionamento nel Mar Mediterraneo a poca distanza dalla Sicilia gode di un clima temperato molto piacevole, ed è anche un luogo rinomato sia a livello turistico, per via delle sue splendide spiagge e del suo mare trasparente, sia a livello culturale, grazie alle sue tante scuole di inglese di alto livello sparse lungo tutto il territorio.
Tra le più rinomate si possono trovare le scuole di inglese di La Valletta, la capitale dell’isola, dove l’inglese è la lingua parlata ufficialmente, e che si trova posizionata tra due insenature che fanno da sede per i porti della città. A parte la grande tradizione storica, La Valletta è nota per essere uno dei centri amministrativi e culturali più in vista di Malta, oltre che la sede di un’ottima università e meta turistica molto gettonata.
Tra le località europee sede di scuole di inglese, Malta si può considerare una meta ideale per le vacanze studio degli studenti universitari, perché oltre ad offrire corsi di alto livello nelle sue scuole di inglese, permette anche di passare una vacanza estiva tra sole, mare e divertimento notturno, per un’estate piena ed appagante prima di riprendere la solita vita universitaria, che tra corsi ed esami sembra durare un’eternità.