Archivio della categoria: Formazione post-laurea

Costi e adempimenti per la patente nautica: andare per mare in tutta sicurezza

Andare per mare con consapevolezza dei propri mezzi e delle proprie capacità e in tutta sicurezza: parliamo dell’importanza del conseguimento della patente nautica. Negli ultimi anni sono state introdotte alcune modifiche alle normative che regolano l’accesso a questo tipo di patente per quanto riguarda requisiti fisici, caratteristiche del natante, adempimenti e costi.

Cominciamo col sottolineare che esistono, secondo il codice della nautica, 3 tipi di patente che è possibile conseguire una volta compiuti i 18 anni: la categoria A per il comando e la condotta di natanti e imbarcazioni da diporto; la categoria B per il comando delle navi da diporto; la categoria C per la direzione nautica di natanti e imbarcazioni da diporto. Inoltre, in base alla distanza dalla costa ci sono ulteriori 3 tipi di patenti: entro 12 miglia dalla costa; nessun limite; per navi da diporto. Un dato da non trascurare è che lo stesso codice non prevede più la distinzione dei natanti in base alla propulsione, ovvero la vela o il motore. Sono stati inoltre rivisti parametri uditivi e visivi ed è permesso l’utilizzo di apparecchi correttivi. La patente è obbligatoria per la guida di unità oltre le 6 miglia dalla costa, per lo sci nautico, per la navigazione entro le 6 miglia con un motore di pote nza potenza superiore a 30 kW, pari a 40.8 Cv, e con cilindrata superiore a 750.

Per conseguire la patente nautica è consigliato affidarsi a scuole qualificate che sapranno indirizzare l’aspirante tra la teoria e la pratica e gli adempimenti burocratici necessari. L’esame prevede, infatti, una prova teorica e una pratica e, se superato, prevede anche l’immediato rilascio della patente. Per i tipi di patente basati sulla distanza dalla costa è possibile effettuare un upgrade, passando ad esempio dalla limitazione alle 12 miglia a senza limiti, tramite un esame integrativo teorico. Per la patente per navi da diporto, invece, è necessario possedere da almeno 3 anni l’abilitazione alla navigazione senza limiti. Entrando nel dettaglio, la richiesta per il conseguimento della patente nautica entro le 12 miglia dalla costa si può presentare alle capitanerie di porto, agli uffici provinciali della motorizzazione, agli uffici circondariali marittimi; per le patenti senza limiti bisogna r ivolgersi alle capitanerie di porto e agli uffici circondariali marittimi; per le patenti per le navi da diporto l’unica competente è la capitaneria di porto. È possibile scegliere la sede d’esame più gradita tenendo presenti alcune limitazioni riguardanti la residenza o il domicilio e la giurisdizione degli uffici. Il candidato si troverà di fronte quesiti estratti dal database del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti.

Patente Nautica Costi

Alla domanda d’esame, da presentare in duplice copia, va allegata una certificazione di residenza o di domicilio. Una domanda deve essere in bollo e il tutto deve essere corredato da certificato medico (rilasciato da un medico legale), 2 foto formato tessera e attestato di pagamento della tassa di ammissione all’esame. Una copia della domanda è restituita al candidato dopo essere stata datata e protocollata: con questo documento, valido 3 mesi e prorogabile in altri 3, potranno essere effettuate le esercitazioni in barca. Dopo 30 giorni dalla presentazione della domanda è possibile sostenere gli esami. Il candidato deve prenotare l’esame per iscritto o via fax ed entro 45 giorni gli uffici lo chiameranno per le prove. Queste ultime possono essere ripetute una sola volta senza ripagare le tasse.

L’importo per la tassa per il diritto di ammissione è di 20 euro per le patenti di categoria A e C e 60 euro per quelle di categoria B. Alla Tesoreria provinciale dello Stato va corrisposto un tributo di 25 euro per l’abilitazione a condurre imbarcazioni da diporto e di 60 euro per le navi. La marca da bollo necessaria è quella di 16 euro. Per prepararsi agli esami è possibile rivolgersi alle scuole nautiche qualificate. La maggior parte di questi istituti prevede un costo, compreso di certificazioni, esercitazioni, materiale didattico, ecc. che va dai 480 euro per la patente entro le 12 miglia, ai 720 euro per quella senza limiti ai 1800 euro per la patente per le navi.

Lingua italiana: ecco le 5 cose da fare per impararla al meglio

L’Italiano è una lingua che sta conquistando una grande risonanza in varie parti del mondo. Aumenta infatti il numero di persone e studenti (universitari e non) che decidono di imparare l’Italiano per ragioni lavorative, sociali o semplicemente culturali. Le tradizioni secolari del nostro paese, che variano dalla storia, all’arte, alla musica, al cinema, al teatro, alla letteratura attirano un vastissimo gruppo di persone che esprimono la volontà di conoscere la nostra meravigliosa storia.

Ma quali sono le 5 cose da fare per poter imparare la lingua italiana nel nostro Paese?

Punto 1: è bene scegliere una città dove fermarsi per studiare. Chiaramente, una decisione del genere non risulta facile, in quanto il Bel Paese è ricco di città d’arte, comuni e località caratteristiche che danno modo agli stranieri di avvicinarsi in toto al nostro patrimonio. Infatti, la scelta non deve necessariamente ricadere su un capoluogo, ma anche su tutti quei paesini dalle altrettante innumerevoli attrazioni. Ovviamente, una grande città, come Roma o Milano, può offrire ancor più vantaggi nell’approccio all’italiano inteso come lingua, cittadino e patrimonio.

La seconda tra le cinque cose da poter fare per imparare al meglio la lingua italiana è l’iscrizione a una scuola di lingua. L’Italia offre numerose scuole di italiano per stranieri e se l’individuare un buon percorso didattico risulta complesso, l’interessato potrà riflettere su quegli elementi che non devono assolutamente mancare all’interno di un edificio, quali la possibilità di scegliere un corso in base al proprio livello di partenza, l’opzione di lezioni individuali o collettivi e, last but not least, l’organizzazione di seminari dedicati alla cultura italiana.

Un terzo elemento indispensabile all’acquisizione dell’Italiano è un adeguato approccio culturale. Colui che decide di studiare la nostra lingua non dovrà solo dedicarsi alle regole grammaticali, ma anche a tutto ciò che il posto dove risiede è capace di offrire. Tour cittadini ed eno-gastronomici, la visita di mostre, chiese ed edifici importanti sono solo alcune delle tante attività che lo studente straniero può praticare, per entrare nel vivo del nostro lessico e della nostra storia.

La quarta tappa fondamentale per un approccio efficace alla lingua italiana risiede nel socializzare con persone italiane. Non sarà facile all’inizio, ma con qualche sforzo e con un po’ di coraggio il diretto interessato sarà più facilitato ad imparare l’italiano, perché avrà accanto persone che si rivolgeranno a lui nella loro lingua e potrà così apprenderla sia sul piano lessicale, grammaticale, ma anche quello su storico e culturale. Per imparare la lingua italiana, infatti, cosa c’è di meglio che entrare in contatto con il popolo italiano?

Infine, la quinta tra le cose da poter fare per poter imparare la lingua italiana è vedere film in lingua originale. Come per le altre lingue, la visione di un film senza il doppiaggio aiuta lo studente ad entrare maggiormente nel vivo del linguaggio italiano, catturandone la pronuncia, i termini più ricercati che magari a scuola non sono stati ancora affrontati, i modi di dire, i luoghi comuni e molto altro ancora. Il vantaggio della visione di un film in italiano, rispetto alla lettura di un libro, risiede proprio nella possibilità di osservare la mimica facciale ed ascoltare il suono delle parole apprendendone l’uso appropriato.

Un corso Windows Server a distanza in modalità elearning, scopriamone i vantaggi

 

Tutti sanno che per diventare dei veri professionisti del mondo Microsoft è assolutamente indispensabile seguire un buon corso di formazione, un corso che offra anche ovviamente un’adeguata preparazione all’esame per il conseguimento della certificazione internazionale. Il corso offre infatti ai professionisti la possibilità di scoprire tutti i segreti del mestiere e la certificazione permette di mettere questa professione nero su bianco e di rendere quindi il curriculum davvero molto appetibile per tutte le aziende che sono alla ricerca di una figura professionale che sia in grado di installare e gestire i server Microsoft nel miglior modo possibile. Quello che non tutti sanno però è che i corsi Microsoft Windows possono oggi essere seguiti con varie modalità.
I corsi Microsoft Windows sono disponibili ancora oggi ovviamente nella classica modalità in aula, anche se le aule di cui le scuole di formazione oggi sono in possesso non possono di certo essere considerate come quelle di una volta. Si tratta di aule infatti moderne dove gli studenti possono trovare tutti gli strumenti professionali e innovativi di cui hanno bisogno per studiare. Non solo, i classici corsi in aula sono sempre accompagnati da lezioni pratiche, da veri e propri laboratori, per non parlare poi di tutti i contenuti multimediali di approfondimento che vengono oggi garantiti agli studenti in modo che possano studiare davvero intensamente tutto ciò che hanno avuto modo di imparare a lezione. I corsi Microsoft Windows sono poi oggi disponibili anche in una innovativa versione e-learning. La modalità e-learning viene condotta con strumenti di ultima generazione che permettono agli studenti di connettersi in diretta alle lezioni attraverso un sistema audio e video in alta definizione. Non si tratta quindi di lezioni registrate, di video, di stralci di lezioni, si tratta delle lezioni in aula che vengono seguite in diretta streaming. La modalità e-learning prevede anche l’accesso ai laboratori e ai contenuti multimediali in remoto ed offre ovviamente agli studenti la possibilità di comunicare con gli altri studenti e con il docente, di prendere insomma davvero parte alle lezioni al cento per cento.
Sono molte le scuole che offrono corsi di questa tipologia noi vi consigliamo il corso Windows 2012 della Scuola Vega. Si tratta di un corso offerto sia nelle aule di Milano e di Brindisi che in modalità e-learning appunto e che risulta davvero molto professionale. Offre agli studenti una valida preparazione sui sistemi Windows con un’attenzione particolare ovviamente alle innovazioni che sono state inserite in questi ultimi anni. Grazie ad un corso tanto professionale e grazie alla possibilità di scegliere come seguirlo la formazione diventa democratica e aperta a tutti, una formazione che finalmente offre a tutti la possibilità di diventare dei veri professionisti. E ricordate che la Scuola Vega offre solo corsi che preparano alla certificazione, una preparazione eccellente che vi offre quindi questa certificazione davvero su un piatto d’argento.

Dove andare per migliorare l’inglese durante la pausa estiva

 

Tra non troppo tempo, più o meno un mese, quasi tutti i corsi universitari lasceranno spazio al periodo degli esami che poi si concluderà appena prima di Agosto, quando finalmente gli studenti universitari potranno godere della meritata pausa estiva, che però mai come in questo periodo può essere sfruttata per migliorare la propria cultura, ed in particolare la conoscenza della lingua inglese, diventata fondamentale per trovare lavoro una volta terminati gli studi.
Le mete estive tra le quali scegliere dove poter passare una vacanza studio ed affinare la propria conoscenza della lingua inglese, compresa la dizione ed anche la comprensione del parlato, sono sicuramente da ricercare tra quelle nelle quali la lingua inglese è quella ufficiale, o perlomeno quella che la popolazione utilizza in maniera maggiore.
Tralasciando quelle che sono le località britanniche, ovvero quelle madrelingua, rimangono alcuni luoghi che possono stuzzicare la fantasia degli studenti, dove magari si può passare una nottata di divertimento dopo una giornata dedicata allo studio, oppure dove potersi rilassare nelle ore di pausa sdraiati sotto il sole o facendo una nuotata rinfrescante.
In questa ottica molti studenti scelgono di seguire corsi di inglese a Malta, che grazie al suo posizionamento nel Mar Mediterraneo a poca distanza dalla Sicilia gode di un clima temperato molto piacevole, ed è anche un luogo rinomato sia a livello turistico, per via delle sue splendide spiagge e del suo mare trasparente, sia a livello culturale, grazie alle sue tante scuole di inglese di alto livello sparse lungo tutto il territorio.
Tra le più rinomate si possono trovare le scuole di inglese di La Valletta, la capitale dell’isola, dove l’inglese è la lingua parlata ufficialmente, e che si trova posizionata tra due insenature che fanno da sede per i porti della città. A parte la grande tradizione storica, La Valletta è nota per essere uno dei centri amministrativi e culturali più in vista di Malta, oltre che la sede di un’ottima università e meta turistica molto gettonata.
Tra le località europee sede di scuole di inglese, Malta si può considerare una meta ideale per le vacanze studio degli studenti universitari, perché oltre ad offrire corsi di alto livello nelle sue scuole di inglese, permette anche di passare una vacanza estiva tra sole, mare e divertimento notturno, per un’estate piena ed appagante prima di riprendere la solita vita universitaria, che tra corsi ed esami sembra durare un’eternità.